Systemback su Debian Stretch

 

Systemback su Debian Stretch

Systemback su Debian Stretch

Systemback è una applicazione indispensabile, che permette in modo grafico di effettuare un gran numero di cose. Da quello che ho letto non è più supportata, e siccome reputo questo tool valido, ho deciso di riprenderlo in mano e fare delle modifiche allo script per poterlo utilizzare su Debian 9 Stretch. Con Systemback si è in grado di ottenere:

  • Backup di sistema
  • Installazione dell'identico sistema con user e password diversi su altra partizione
  • Ripristino parziale o totale de backup
  • Creazione di immagine Live del proprio sistema
  • Creazione di immagini iso del proprio sistema

Scaricare Systemback

poi:

$ tar xvf Systemback_Debian_Stretch.tar.xz
$ cd Systemback_Debian_Stretch/
$ sudo ./install.sh

il programma andrà lanciato come root, ed in Mate sarà presente nel menu System Tools oppure da terminale:

$ systemback-sustart

 

Systemback su Debian Stretch

Systemback su Debian Stretch

enjoy ๐Ÿ˜‰

 

How to compile kernel 4.15.0-rc6 on Debian 9.3

 

How to compile kernel 4.15.0-rc6 on Debian 9.3

How to compile kernel 4.15.0-rc6 on Debian 9.3

Il kernel 4.15 porta con se diverse novità, e ad oggi siamo ancora alla rc6, ma comunque si può provare a compilarlo direttamente da Debian Stretch 9.3. L'unico problema è la mancanza del pacchetto kernel-package che bisogna procurarselo dai repo testing:

# echo 'deb http://ftp.it.debian.org/debian/ testing main' > /etc/apt/sources.list.d/testing.list
# apt update
# apt install git fakeroot build-essential ncurses-dev libssl-dev bc libelf-dev
# apt --no-install-recommends install -t testing kernel-package
# rm /etc/apt/sources.list.d/testing.list
# apt update

How to compile kernel 4.15.0-rc6 on Debian 9.3

Compilazione ed installazione:

$ wget https://git.kernel.org/torvalds/t/linux-4.15-rc6.tar.gz
$ tar xvf linux-4*
$ cd linux-4.15-rc6/
$ cp /boot/config-$(uname -r) .config
$ make menuconfig
$ make-kpkg clean
$ fakeroot make-kpkg --initrd --revision=1.0.edm kernel_image kernel_headers -j8
$ cd ..
$ sudo dpkg -i linux-image-* linux-headers-*

How to compile kernel 4.15.0-rc6 on Debian 9.3

enjoy ๐Ÿ˜‰

 

Grub Customizer 5.0.6 su Debian Stretch

 

Grub Customizer 5.0.6 su Debian Stretch

Grub Customizer 5.0.6 su Debian Stretch

 

Per Installare Grub Customizer 5.0.6 su Debian 9 Stretch, e quindi andare a modificare in maniera semplice e veloce le opzioni di Grub 2, basta seguire questi semplici steps:

# apt-get install build-essential libssl-dev cmake libgtkmm-3.0-dev gettext libarchive-dev
$ wget https://launchpad.net/grub-customizer/5.0/5.0.6/+download/grub-customizer_5.0.6.tar.gz
$ tar xfv grub-customizer_*
$ cd grub-customizer-*
$ cmake . && make -j4
# make install

Grub Customizer 5.0.6 su Debian Stretch

enjoy

Creare una usb bootable Win10 da Debian 9

 

Creare una usb bootable Win10 da Debian 9

Creare una usb bootable Win10 da Debian 9

Per creare una usb bootable di Windows 10 non bisogna necessariamente ricorrere a programmi Windows, come Rufus o lo strumento che mette a disposizione Microsoft, ma bensì direttamente da ogni distibuzione Gnu-Linux. Gli strumenti che io utilizzo sono: dd, parted, p7zip-full. Ad ogni modo la chiavetta usb si può preparare in modo grafico utilizzando gparted.

# apt install parted p7zip-full

Identificare la chiavetta usb:

# fdisk -l

nel mio caso /dev/sdc di 16G

Formattazione:

# dd count=1 bs=512 if=/dev/zero of=/dev/sdc

 
Creazione tabella delle partizioni più 1 partizione in fat32:

# parted /dev/sdc
(parted) mklabel msdos                                          
(parted) mkpart primary fat32 1 16G                                 
(parted) set 1 boot on                                                   
(parted) q
# mkfs.fat -n win10 /dev/sdc1
# mount /dev/sdc1 /mnt
# cd /mnt/
# 7z x /percorso_win_iso_scaricata/windows10.iso
# cd ..
# umount /dev/sdc1

Creare una usb bootable Win10 da Debian 9

adesso la nostra usb con windows 10 è pronta per essere testata.

enjoy ๐Ÿ˜‰

 

IP Statico su Raspberry pi e Raspbian Stretch

 

IP Statico su Raspberry pi e Raspbian Stretch

IP Statico su Raspberry pi e Raspbian Stretch

Guida su come settare un ip statico su Raspberry pi con OS Raspbian Stretch. I due files da modificare sono: /etc/dhcpcd.conf e /etc/network/interfaces.

sudo nano  /etc/network/interfaces

ed incollare:

auto lo
iface lo inet loopback
iface eth0 inet manual

sudo nano /etc/dhcpcd.conf

e modificare le voci sotto:

# Example static IP configuration:
interface eth0
static ip_address=192.168.1.84/24
static routers=192.168.1.1
static domain_name_servers=192.168.1.1 8.8.8.8

IP Statico su Raspberry pi e Raspbian Stretch

enjoy ๐Ÿ˜‰

 

Google Chrome su Debian Stretch 9.2

 

Google Chrome su Debian Stretch 9.2

Google Chrome su Debian Stretch 9.2

Un modo semplce per installare Google Chrome su Debian Stretch 9.2 e non solo, è quello di aggiungere direttamente i repository di Google. Si può scegliere anche tra i rami stable, beta ed unstable.

$ wget -q -O - https://dl.google.com/linux/linux_signing_key.pub | sudo apt-key add -
$ echo "deb http://dl.google.com/linux/chrome/deb/ stable main" | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/google-chrome.list
$ sudo apt update
$ sudo apt install -y google-chrome-stable

si possono installare in alternativa anche i pacchetti testing ed unstable

$ sudo apt install -y google-chrome-beta
$ sudo apt install -y google-chrome-unstable

Google Chrome su Debian Stretch 9.2

enjoy ๐Ÿ˜‰

(Solved) Begin: Running /scripts/local-block

 

(Solved) Begin: Running /scripts/local-block

(Solved) Begin: Running /scripts/local-block

Questo tipo di errore è figlio di quest'altro "start job is running for dev-disk-by…(1min 30s)", che generalmente indica un problema con la partizione di swap. Quando si hanno più distro su uno stesso hard disk è cosa comune condividere la partizione di swap, ma purtroppo questa ultima genera questo tipo di errore, facendo sì che il boot prende molto tempo, bloccandosi prima su "Begin: Running /scripts/local-block" e poi su "start job is running for dev-disk-by…(1min 30s)". Questo tipo di errore si risolve aggiornando initramfs.

# update-initramfs -u -k all

per conoscere uuid:

# blkid

(Solved) Begin: Running /scripts/local-block

enjoy ๐Ÿ˜‰

 

How to compile kernel 4.13.7 on Debian 9.2

 

How to compile kernel 4.13.7 on Debian 9.2

How to compile kernel 4.13.7 on Debian 9.2

Il kernel 4.13 porta con se diverse novità, e ad oggi si può ottenere installandolo da Debian Testing, oppure provare a compilarlo direttamente su Debian Stretch 9.2. L'unico problema è la mancanza del pacchetto kernel-package che bisogna procurarselo dai repo testing:

# echo 'deb http://ftp.it.debian.org/debian/ testing main' > /etc/apt/sources.list.d/testing.list
# apt update
# apt install git fakeroot build-essential ncurses-dev libssl-dev bc
# apt --no-install-recommends install -t testing kernel-package

una volta installato kernel package andare a commentare il repo testing che non ci servirà più!

How to compile kernel 4.13.7 on Debian 9.2

Compilazione ed installazione:

$ wget https://cdn.kernel.org/pub/linux/kernel/v4.x/linux-4.13.7.tar.xz
$ tar xvf linux-4*
$ cd linux-4.13.7/
$ cp /boot/config-$(uname -r) .config
$ make menuconfig
$ make-kpkg clean
$ fakeroot make-kpkg --initrd --revision=1.0.edm kernel_image kernel_headers -j8
$ cd ..
$ sudo dpkg -i linux-image-* linux-headers-*

How to compile kernel 4.13.7 on Debian 9.2

enjoy ๐Ÿ˜‰

Bloccare tastiera e mouse con schermo attivo

 

Bloccare tastiera e mouse con schermo attivo

Bloccare tastiera e mouse con schermo attivo

Se ci si deve allontana momentaneamente dal pc potrebbe essere utile renderlo velocemente inaccessibile, bloccando la tastiera, il mouse, e lasciando nel contempo lo schermo attivo. Per ottenere ciò in ambiente Linux basta installare xtrlock, creare un piccolo script e poi creare una scorciatoia di tastiera per attivare il blocco:

# apt install xtrlock
# nano /usr/local/bin/lockmk

incollare dentro:

#!/bin/bash
sleep 1 && xtrlock

settare i permessi e renderlo eseguibile:


# chmod a+x /usr/local/bin/lockmk

se si usa Mate, come desktop environment, andare in System>Preferences>Hardware>Keyboard Shortucts, poi andare su Add, scegliere il nome e come comando inserire:

bash -c "sleep 1 && xtrlock"

a questo punto col doppio click si memorizza la scorciatoia, pigiando per esempio CTRL-K, chiudere e poi fare le prove. Si blocca con CTRL-K e si sblocca, mettendo la password utente e premendo invio.

Bloccare tastiera e mouse con schermo attivo

enjoy ๐Ÿ˜‰

 

Trasformare un Libro da pdf in AudioLibro

 

Trasformare un Libro da pdf in AudioLibro

Trasformare un Libro da pdf in AudioLibro

A volte può risultare utile trasformare un file pdf in un audiolibro. Per ottenere questo risultato bisogna utilizzare pdf2mp3, che è uno script che si appoggia a pdftotext, pico2wave e lame. Il processo non farà altro che convertire il pdf in tanti files txt, pico2wave li trasformerà in files wav, e per ultimo lame li convertirà in mp3. A conclusione di questo processo si utlizzerà cat per unire tutti i files.

Installazione:

# apt install python poppler-utils lame libttspico-utils coreutils mawk gawk git -y
# git clone https://github.com/jccall80/pdf2mp3
# cd pdf2mp3; chmod +x pdf2mp3
# cp pdf2mp3 /usr/bin/

prima di utilizzare lo script, bisognerà cambiare il linguaggio che di default è settato su ES:

# nano /usr/bin/pdf2mp3

e sostituire es=ES in it=IT come nella stringa sotto:

pico2wave -l=it-IT -w="$WAVE" "`cat $FIRST_FILE.lock`"

Utilizzo:

# pdf2mp3 /path/to/pdf

il comando sopra creerà nella cartella /tmp/pdf2mp3 diversi files mp3 che dovranno essere uniti con il comando:

# cd /tmp/pdf2mp3/
# cat *.mp3 > audiolibro.mp3

adesso con qualunque player si potrà ascoltare il libro

Trasformare un Libro da pdf in AudioLibro

enjoy ๐Ÿ˜‰